Avvio procedimento per il rinnovo della concessione per commercio su area pubblica

...

30/12/2020

Avvio procedimento per il rinnovo della concessione per commercio su area pubblica, la vendita diretta dei prodotti agricoli (mercati, fiere e posteggi isolati), nonché per le attività artigianali, di somministrazione di alimenti e bevande e vendita della stampa (attività su chiosco).

AVVISO PUBBLICO

 

OGGETTO: Comunicazione di avvio procedimento per il rinnovo della concessione per  commercio su area pubblica,  la vendita diretta dei prodotti agricoli (mercati, fiere e posteggi isolati), nonché per le attività artigianali, di somministrazione di alimenti e bevande e vendita della stampa (attività su chiosco).

 

La presente comunicazione, ai sensi dell'art. 8 della legge n. 241/90, riguarda la procedura di rinnovo delle concessioni pluriennali per il commercio su area pubblica prorogate, per legge, al 31/12/2020 ed oggetto di tacito rinnovo per anni dodici (fino al 31/12/2032).

In sintesi, ai sensi della legge n. 205/2017, art, 1, comma 1180, ai sensi del decreto-legge n. 34/2020, art. 181, comma 4-bis, convertito con modificazioni, dalla Legge 17 Luglio 2020, n.77,  ai sensi della legge regionale n. 62/2018, art. 35,  ai sensi della DGR Toscana 1548 del 09/12/2020 recante la ratifica delle linee guida nazionali sui rinnovi di cui al DM 25/11/2020  le concessioni di posteggio (ex decennali) per l'esercizio del commercio su aree pubbliche, la cui scadenza è stata prorogate più volte, da ultimo fino al 31 dicembre 2020, qualora non già riassegnate ai sensi dell'intesa sancita in sede di Conferenza unificata il 5 luglio 2012 (quindi se non già riassegnate tramite bando pubblico e aventi scadenza successiva al 31/12/2020), saranno rinnovate d'ufficio senza la necessità che il titolare presenti domanda.

 

Sono sottoposte a procedura di rinnovo le concessioni di aree pubbliche finalizzate all'esercizio di:

- commercio su area pubblica su posteggio in riferimento a mercati, fiere e posteggi isolati;

- attività artigianali;

- somministrazione di alimenti e bevande;

- vendita della stampa;

- vendita diretta da parte dei produttori agricoli;

 

Sono interessate dalla procedura di rinnovo le aziende titolari delle concessioni, sia che esercitino l’attività direttamente sia che l’abbiano conferita in gestione ad altre aziende.

 

Il termine di conclusione dei procedimenti di rinnovo delle concessioni, salvo sospensione nei casi previsti dalla legge, è stabilito in sei mesi decorrenti dalla pubblicazione di questo avviso. Sono fatte salve le date entro le quali è possibile la regolarizzazione delle posizioni così come previste dalle linee guida e di seguito specificate.

 

Affinché il Comune possa dare seguito al rinnovo, è chiamato a verificare determinate condizioni:

 

  • la sussistenza dei requisiti morali ed, eventualmente, professionali del titolare (proprietario d'azienda) della concessione in scadenza;
  • lo status di impresa attiva in relazione all'iscrizione al registro delle imprese quale impresa attiva. Il rinnovo è escluso se il titolare, anche qualora abbia concesso in affitto l’azienda, non fosse iscritto nel registro delle imprese o fosse iscritto ma come impresa inattiva per il commercio su aree pubbliche. E' comunque fatta salva l'ipotesi che l'inattività sia motivata da gravi e comprovate cause di impedimento all'esercizio. Le cause di impedimento dovranno essere comunicate al Comune tramite dichiarazione sostitutiva (tramite PEC) entro il 31/12/2020 e s'intendono quelle di cui al punto 4 delle linee guida nazionali (in sintesi):

-    malattia certificata;

-    gravidanza e puerperio certificati;

-    assistenza a figli minori con handicap gravi come previsto dall'art. 33 della legge n. 104/92 e dall'art. 42 del d.lgs. n. 151/2001;

-    successione mortis causa in corso di definizione.

In caso di società di persone le suddette cause di impedimento devono riguardare tutti i soci. il dichiarante si impegna ad effettuare l’iscrizione entro il termine di quindici giorni dalla cessazione della causa di impedimento stessa.

Qualora il titolare abbia precedentemente e integralmente ceduto in gestione a terzi l’azienda intestataria della concessione, può comprovare il possesso del requisito dell’iscrizione ai registri camerali quale ditta attiva mediante presentazione di istanza per la re-iscrizione entro il termine di sei mesi dall’avvio del procedimento di rinnovo. A partire dal 1° luglio 2021 il Comune effettua le necessarie verifiche presso la C.C.I.A.A. e, in caso di mancata iscrizione quale impresa attiva, non procede al rinnovo della concessione. Il mancato rinnovo avrebbe conseguenze negative anche sull'eventuale affittuario che esercita, di fatto, l'attività. E' fatta salva la possibilità dell'acquisto d'azienda da parte del conduttore prima del termine della eventuale decadenza. In questo caso, la verifica sull'iscrizione al registro imprese è spostata sul subentrante;

  • la regolarità contributiva del titolare (proprietario d'azienda) della concessione in scadenza. In caso di esito negativo della suddetta verifica, il titolare può regolarizzare la sua posizione entro il 30 giugno 2021. La verifica della regolarità contributiva è esclusa per l'imprenditore agricolo.

L'amministrazione comunale si impegna ad effettuare velocemente i controlli presso gli Enti competenti. Nelle more del compimento di tutte le operazioni di controllo, l'esercente potrà continuare a sfruttare la concessione.

All'esercente che non risulti in possesso di uno più requisiti per il rinnovo sarà notificata una comunicazione di soggettiva al fine della migliore partecipazione al procedimento finalizzato alla possibile decadenza della concessione.

In caso di esito positivo delle verifiche, l'Amministrazione Comunale rilascerà al titolare, in via telematica, un'annotazione con la specificazione della nuova scadenza della concessione.

 

L’Amministrazione competente per i procedimenti di rinnovo delle concessioni di cui al presente avviso è l' Unione Montana Valtiberina Toscana;

Il responsabile del procedimento è il Rag. Antonio Segreti, in qualità di responsabile dello Sportello Unico Attività Produttive Associato che si avvale della collaborazione dell'Ufficio del Commercio del Comune di Sansepolcro;

Il titolare del potere sostitutivo, ai sensi dell’art. 2 comma 9-bis della legge 241/90, Dott.ssa Marida Brogialdi ed i rimedi esperibili in caso di inerzia dell'amministrazione sono quelli contemplati dagli artt. 2 e 2-bis della Legge n. 241/1990.

 

Per ulteriori informazioni e per prendere visione degli atti contattare lo Sportello Unico Attività Produttive Associato dell'Unione Montana Valtiberina Toscana e dell'Uffcicio del Commercio del Comune di Sansepolcro tramite e-mail ai seguenti indirizzi:

- suap.ucv@pec.it

- comunesansepolcro@postacert.toscana.it

_______________________

Tel. 0575/730244 - 0575/732210

Per comunicazioni procedimentali usare l'indirizzo PEC: suap.ucv@pec.it; comunesansepolcro@postacert.toscana.it

Il presente avviso viene pubblico all'albo pretorio, sul sito web comunale e ne verrà data diffusione presso le attività interessate.

 

Ai sensi del Regolamento (UE) n. 679/2016 e del d.lgs. n. 196/2003, il Comune, quale titolare del trattamento dei dati che verranno forniti in relazione alla procedura di cui al presente avviso, informa che tali dati verranno utilizzati unicamente ai fini della conclusione del presente procedimento finalizzato al rinnovo delle concessioni di pluriennali di suolo pubblico.

Il trattamento dei dati personali sarà effettuato mediante strumenti informatici e telematici in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi.

 

Anghiari 30 dicembre 2020

 

Il Responsabile del Procedimento