Il consiglio comunale approva il PEF e le nuove tariffe TARI: - 8,69 % per quelle domestiche e -58,65% per le altre

...

03/08/2021

Pef approvato col solo voto contrario del Movimento cinque stelle

Esulta la maggioranza che nell’ultimo consiglio comunale di Anghiari, ha approvato un provvedimento storico: per il 2021 infatti è prevista una riduzione di circa il 60% per le utenze non domestiche e di circa il 9% per quelle domestiche. Ma non è tutto, perché il sindaco Alessandro Polcri punta a spostare il saldo al 2022, facendo così pagare ai cittadini solo l’acconto entro il 2021. E’ la prima volta che si verifica una riduzione di questa portata, con un taglio netto del costo dei rifiuti che supera addirittura quello già previsto nel PEF 2019/20. Il tutto grazie ad un bilancio virtuoso che finalmente negli ultimi anni ha permesso alle casse comunali di riprendere autonomia, rendendo disponibili contributi a sostegno delle famiglie e delle attività economiche. Per il comune si tratta di una spesa di circa 70 mila euro. “Siamo molto soddisfatti del risultato ottenuto in Consiglio Comunale – ha dichiarato il sindaco Polcri – mai Anghiari aveva approvato un taglio sulla parte variabile così importante della tassa, concedendo una boccata d’ossigeno alle attività economiche, così provate dalla pandemia. Una riduzione è prevista anche per le utenze domestiche, con l’impegno di spostare per tutti il pagamento del saldo al 2022 come è avvenuto lo scorso anno. Il piano economico finanziario approvato dall’assemblea Ato prevedeva un aumento dei costi per la gestione dei rifiuti di circa il 15% per il nostro comune, quindi non solo siamo riusciti a scongiurare l’aumento, ma grazie ad una gestione virtuosa del bilancio abbiamo messo in campo le risorse necessarie a ridurre notevolmente la tassa”.